Blog

Masseto - Vinificazione, Migliori Vini, Prezzi (2021)

Vuoi saperne di più sul vino Masseto prima di investire in esso?

Quando si tratta di Super Tuscans, Masseto si distingue, alla pari con il meglio della Borgogna e del Bordeaux. Questo vino è emerso negli anni '80 con una decisione non convenzionale di produrre vino in stile bordolese dal Merlot, e si è aggiunto alla rivoluzione Super Tuscan iniziata da Tignanello e Sassicaia .

Ma cosa rende il vino Masseto così unico? Com'è fatto?

Il Masseto è un buon vino per il tuo portafoglio di investimenti?

In questo articolo vedremo tutto su Masseto: la sua storia, dove viene prodotto, i vigneti e altro ancora! Abbiamo anche un elenco di fileotto splendidi vini del Massetoda acquistare nel 2021 eil modo migliore per investire su di loro!



Ulteriore lettura

Vuoi saperne di più sull'investimento nel vino? per iniziare .

In questo articolo, tratteremo:

  • Una rapida introduzione a Masseto
  • Breve storia del Masseto
  • Il vigneto del Masseto
  • La Cantina Masseto
  • Massetino - Il Secondo Vino
  • 8 delle nostre annate preferite del Masseto
  1. 1990 Masseto Toscana IGT
  2. 1988 Masseto Toscana IGT
  3. 1991 Masseto Toscana IGT
  4. 2001 Masseto Toscana IGT
  5. 2004 Masseto Toscana IGT
  6. 2006 Masseto Toscana IGT
  7. 2010 Masseto Toscana IGT
  8. 1998 Masseto Toscana IGT
  • Come autenticare una bottiglia di Masseto
  • Investire in Masseto Wine
  • Investi facilmente in Masseto e altri vini pregiati con Wine Club
  • Ottieni questo Super Tuscan per la tua collezione‍

Una rapida introduzione a Masseto

Masseto

Masseto è l'iconico vino rosso a base di Merlot prodotto dalla Tenuta dell'Ornellaia con la classificazione IGT Toscana. (Il nome deriva dal terroir in cui è piantato - 'masso' in italiano significa masso o roccia.)

Fino al 2019 è stato prodotto nel vigneto Ornellaia che si trova nascosto sulla costa toscana, vicino a Bolgheri. Nel 2019,la cantina Massetoè stato inaugurato e da allora il vino è stato prodotto lì.


Questo vino monovitigno è noto per il suo frutto opulento, gli aromi complessi e la fitta struttura tannica. È considerato come la massima espressione di un vigneto monovarietale!

Diamo uno sguardo più da vicino alla sua affascinante storia.


Breve storia del Masseto

Breve storia del Masseto

Masseto è stato creato più o meno nello stesso periodo di Ornellaia (un blend di Cabernet Sauvignon, Merlot e Cabernet Franc) negli anni '80 da Tenuta dell’Ornellaia’s founder Marchese Lodovico Antinori.

Il pendio, dove si trova il vigneto del Masseto, non era il luogo ideale per i vitigni di Merlot. Ma Lodovico Antinori voleva produrre vini in stile bordolese, si è preso un rischio e li ha piantati contro ogni consiglio, tradizione e probabilità.

Antinori voleva piantare il Merlot per differenziare la sua tenuta dal Sassicaia di Nicolò Incisa.

La prima annata di Masseto è stata rilasciata nel 1986 e ha ricevuto immediati consensi. La reputazione del vino Masseto ha continuato a crescere negli anni '90.


La cantina è stata comproprietaria di Robert Mondavi e Marchesi De Frescobaldi dal 2002 al 2005. La Famiglia Frescobaldi (produttori di Brunello di Montalcino) ha rilevato le tenute Ornellaia e Masseto nel 2005 e attualmente possiede entrambe.

Nel 2008, il Masseto è diventato il primo vino italiano ad essere venduto attraverso Place de Bordeaux (il complesso sistema di negocianti che vendono vino bordolese al resto del mondo).

Nel 2012, per riconoscere la crescente importanza del vino a base di Merlot, il nome della cantina è stato cambiato da 'Tenuta dell'Ornellaia' a 'Ornellaia e Masseto' per onorare i due vini di punta.

Nel 2019 è stata aperta la cantina Masseto con i suoi impianti all'avanguardia.

Masseto continua a riscuotere successo in tutto il mondo sotto la guida del direttore della tenuta ed enologo Axel Heinz (in consultazione con l'enologo Michel Rolland).

Leggi anche: Non lasciare che sia sbagliato Bicchiere di champagne togli il fizz dal tuo Champagne preferito .

Inoltre, scopri la nostra ricetta preferita per a Mimosa da far venire l'acquolina in bocca e a Affascinante cocktail di champagne .

Il vigneto del Masseto

Il vigneto del Masseto

Il vigneto Masseto è un sito di 6,6 ettari, che in passato fungeva da cava di argilla.

Andre Tchelistcheff, un famoso enologo, ha identificato Masseto Hill come un grande potenziale per l'uva Merlot - grazie al suo alto contenuto di argilla compatta, con terreni di ghiaia e sabbia lungo le porzioni superiore e inferiore.

Il vigneto del Masseto ha tre sezioni facilmente identificabili:

  • Il terreno in cima alla collina ('Masseto Alto') è costituito da argilla azzurra sciolta, sabbia e ciottoli. Questa miscela conferisce al vino la sua nobile opulenza.
  • “Masseto Centrale” si trova nel centro del vigneto. C'è una pendenza del 10% nel pendio con argilla pliocenica, che definisce il carattere di questo terroir. Questo terroir è ciò che conferisce al vino concentrazione, potenza e struttura tannica.
  • La terza sezione del vigneto è nota come 'Masseto Junior'. Questi filari crescono su terreni con meno argilla e conferiscono al vino la sua generosità, ampiezza e morbidezza.

Le uve Merlot maturano in tempi diversi in queste sezioni, quindi i gestori del vigneto devono tenere un occhio attento e raccogliere in momenti diversi.

Ogni parcella raccolta viene invecchiata e vinificata separatamente. Subiscono fermentazione e macerazione per 25-30 giorni.

L'assemblaggio delle diverse parcelle avviene dopo un anno di stagionatura. I vinificatori invecchiano il blend finale in barriques nuove di rovere francese per un altro anno.

Vediamo cosa c'è di nuovo nella cantina Masseto inaugurata nel 2019.

La Cantina Masseto

Cantina Masseto

Progettata dagli architetti italiani Zito & Mori, la cantina dispone di sistemi di vinificazione di alta gamma, una cantina rinnovata e un caveau del vino che mette in mostra ogni annata del Masseto.

La cantina è costruita in modo tale che il 'processo di produzione a flusso gravitazionale' funzioni senza intoppi. I locali sotterranei sono stati progettati per consentire ai vini di passare senza sforzo dalla vinificazione iniziale, dall'affinamento in botte e, infine, alla linea di imbottigliamento.

Il Annata 2018 del Masseto è stata la prima annata prodotta nella Cantina Masseto.

Massetino - Il Secondo Vino

Il secondo vino

Il 2019 è stato un anno importante per Masseto: non solo hanno aperto ufficialmente la loro cantina, ma hanno anche rilasciato la loro annata inaugurale di Massetino .

Questo secondo vino si è già fatto un bel nome. Massetino ha lo stesso pedigree del fratello maggiore e ha un sacco di potenza, lusso e raffinatezza.

Leggi anche:

Non hai voglia di puro Merlot?Dai uno sguardo al mondo di Vino Zinfandel sensazionale .

O forse invece hai voglia di vino bianco?Abbiamo un elenco dei file I migliori vini Riesling e Pinot Bianco per te.

8 delle nostre annate preferite del Masseto

Ogni bottiglia di Masseto è unica: ecco le nostre otto migliori scelte da questa gloriosa cantina:



1. 1990 Masseto Toscana IGT

1990 Masseto Toscana IGT

Questa annata di Masseto ha un bouquet di mirtilli dolci, more e sentori di vaniglia dalle nuove botti di rovere. Il palato corposo mostra un equilibrio tra acidità, profumo intenso, frutta ricca e struttura tannica raffinata.

Prezzo del Masseto Toscana IGT 1990: $ 1609



2. 1988 Masseto Toscana IGT

1988 Masseto Toscana IGT

L'annata 1988 di questo vino toscano si sposa con le annate 1985 e 1990 come una delle più grandi del suo decennio.

Ha tutti i segni rivelatori di un vino complesso, elegante e perfettamente equilibrato. Questa annata è un vino di buona struttura con un alto livello di tannino. La straordinaria freschezza e solidarietà che mostra dimostrano che ha ancora un grande potenziale.

Prezzo del Masseto Toscana IGT 1988: $ 1409

Raccomandato