Articolo

Pinot Noir - Se la Francia è il passato, la California è il futuro

PinotNoirArticle_LargePic.jpgIl Pinot Nero può essere un'uva, ma ha sviluppato due personalità distinte in questo paese. Hanno a che fare l'uno con l'altro quanto un quartetto d'archi e l'heavy metal; entrambi sono musica, ma uno è stato progettato per decorare lo status quo e l'altro per scuoterlo. È così con il Pinot Nero in America.

Fino agli anni '90, praticamente tutti i vitigni di Pinot Nero in America provenivano tutti da vigneti francesi consolidati in un modo o nell'altro. Non solo, i produttori di vino generalmente andavano in Borgogna (dove tutto il vino rosso è Pinot Nero) per imparare a farlo. Quindi non sorprende che il Pinot Nero americano fosse molto simile a quello francese: strutturato in modo classico, splendidamente sfumato e costruito più per incantare che per sopraffare. Un quartetto d'archi in una bottiglia.

Quindi due rivoluzioni si sono verificate simultaneamente e hanno trasformato il Pinot Nero come lo conosciamo. In primo luogo, gli stessi francesi hanno sviluppato alcune nuove mutazioni genetiche del Pinot Nero, progettate per maturare prima e per trasmettere più colore e tannino al vino durante la fermentazione. I viticoltori della Borgogna volevano queste caratteristiche perché la loro stagione di crescita breve e piovosa rende difficile ottenere il colore e la maturità dell'uva.

L'effetto dei cloni di Digione in California, tuttavia, era come pompare l'uva piena di steroidi. Con poca minaccia di pioggia e sole abbondante anche in aree presumibilmente 'a clima fresco' come Anderson Valley e Sonoma Coast, i produttori di vino della California hanno scoperto che i nuovi cloni rendevano il loro Pinot Nero super maturo, super scuro e ricco di tannini (un componente naturale dell'uva che aggiunge consistenza, struttura e capacità di invecchiamento al vino). La maggior parte dei nuovi vigneti di Pinot Nero interrati in California sono ora piantati principalmente o interamente a cloni di Digione. Questa è la rivoluzione # 1.

La rivoluzione n. 2 è un cambiamento fondamentale nel business del vino stesso, che consente a chiunque di entrare in gioco senza possedere terreni, edifici o persino attrezzature. Se riesci a racimolare abbastanza denaro per l'uva e qualche barile in questi giorni, puoi prendere in prestito, affittare o condividere tutto il resto, incluso il legame che il governo richiede alle persone che producono alcol in vendita.

Metti insieme le due rivoluzioni e ottieni le condizioni perfette per giovani e ambiziosi produttori di vino per fare un grande successo. Sono specializzati in vini designati da vigneto provenienti da aree non ancora stabilite in cui le uve sono economiche e i coltivatori sono affamati di riconoscimento. Convincono i loro coltivatori a praticare una viticoltura estrema che si traduce in piccoli frutti di bosco e alti livelli di zucchero (che si traducono in tannino massimo e alcol elevato). Producono i loro vini in magazzini industriali urbani, spesso con attrezzature prese in prestito, in affitto o condivise. Si sfoggiano solo su botti di rovere nuove.

Il vino che ne risulta è audace, scuro e potente: l'equivalente vinoso del power rock. 'È uno stile grande, maturo, tostato con molto zucchero e grasso, che per me non ha nulla a che fare con la Borgogna', afferma Stephen Tanzer, editore ed editore diEnoteca Internazionale.

Recentemente ho assaggiato quasi tutti i Pinot Noir 2003 prodotti nella Anderson Valley, ed era chiaro che la regione è ora alle prese con lo scontro culturale del Pinot Nero americano. Due terzi dei vini hanno un sapore di frutta rossa appena raccolta con qualità sia agrodolci, come lamponi e mirtilli rossi. Questi vini erano di medio corpo, ben equilibrati e fatti annuire con approvazione da parte dei viticoltori della valle di lunga data. L'altra dozzina circa di vini aveva un sapore di frutta nera cotta, fortemente cucita con spezie scure da forno e aromi di rovere tostato. Erano vini grandi e muscolosi che i viticoltori più giovani alla degustazione hanno capito e apprezzato immediatamente.


Tutti i vini erano ben fatti, quindi non è che uno stile sia superiore a un altro. Come per la musica, ciò che preferisci dipende da te. Assicurati solo di sapere su quale stazione ti stai sintonizzando quando estrai il portafoglio.

Raccomandato