Blog

Alimentazione del vino rosso (calorie, ingredienti, benefici per la salute)

Curioso dei valori nutrizionali del tuo bicchiere di vino rosso?

Le etichette dei vini non mostrano quasi mai le informazioni nutrizionali del vino. Quindi, potresti non sapere qual è il tuo bicchiere di Merlot o Beaujolais Nouveau contiene diversa dalla percentuale di alcol in volume (ABV) o dal contenuto di solfiti.

Allora, come fai a scoprire cosa c'è dentro il tuo bicchiere di vino ? Quanti carboidrati e calorie contiene il tuo vino rosso ? Quali sono gli altri additivi?

In questo articolo tratteremo tutti gli aspetti di vino rosso nutrizione, comprese le calorie e ilnumero sorprendente di additivi e principi attivi, e ilbenefici alla salutee gli effetti collaterali del consumo di vino rosso.



Ulteriore lettura

Se sei interessato a conoscere anche lo Champagne e lo spumante, dai un'occhiata a questi articoli sul lussuoso Dom Pérignon O il delectable Asti Spumante.

Questo articolo contiene

(Fare clic su un collegamento di seguito per passare a una sezione specifica)

  • Fatti nutrizionali del vino rosso
  • Benefici per la salute del vino rosso
  • Gli effetti collaterali del bere vino
  • Perché i dati nutrizionali non sono stampati su un'etichetta di vino?

Domande comuni

(Fare clic su un collegamento di seguito per passare a una domanda specifica)

  • Qual è la principale fonte di calorie nel vino?
  • Vini ipocalorici - esistono?
  • Il vino rosso è ricco di carboidrati?
  • Puoi bere vino rosso con una dieta a basso contenuto di carboidrati?
  • Quali sono gli additivi nel vino rosso?
  • Il vino rosso è più salutare del vino bianco e del vino rosato?
  • Ci sono vitamine e minerali nel vino rosso?‍

Fatti nutrizionali del vino rosso

A parte l'ovvio succo d'uva, zucchero e alcol, il vino rosso contiene un numero sorprendente di componenti, sebbene alcuni possano essere solo in tracce.


Diamo un'occhiata a cosa potrebbe esserci nel tuo bicchiere di vino rosso audace!



A. Informazioni nutrizionali per un bicchiere (5 once) di vino rosso

Informazioni nutrizionali per un bicchiere (5 once) di vino rosso

Prima di entrare nei dettagli, ecco uno sguardo al valore nutritivo in un bicchiere da 147 ml vino rosso e bianco . I valori del vino bianco sono inclusi per il confronto.


Fonte: United States Food Administration (USDA)


B. Calorie nel vino rosso

Calorie nel vino rosso

Qual è la principale fonte di calorie nel vino?

La principale fonte di calorie del vino è l'alcol. 1 g di alcol contiene 7 calorie. Le calorie provenienti da fonti di carboidrati come lo zucchero sono al secondo posto. Un grammo di zucchero contiene 4 calorie, quasi la metà di quanto contenuto nell'alcol.

Se sei preoccupato per il tuo apporto calorico, tieni d'occhio il ABV% stampato sull'etichetta del vino. Più alto è il numero, più calorie ci sono nel vino.

Ad esempio, in un bicchiere da 6 once (175 ml):


  • Il vino rosso al 13% di alcol contiene 160 calorie
  • Il vino bianco al 13% vol. Contiene 159 calorie
  • Vino rosato al 12% di ABV contiene 147 calorie

Il vino bianco tende ad avere meno calorie del vino rosso a causa del suo contenuto alcolico generalmente inferiore.

Vini ipocalorici - esistono?

Sì, e non deve essere necessariamente qualcosa con 'ipocalorico' etichettato sulla bottiglia di vino.

Vino rosso a bassa gradazione alcolica, come il Beaujolais francese, o Rosso Borgogna con il 10,5% di alcol può avere 105-110 calorie in un bicchiere da 5 once.

Articoli Correlati:

Vuoi esplorare l'affascinante universo del vino francese? Dai un'occhiata a questi articoli su

  • Il migliore Regioni vinicole francesi che dovresti conoscere nel 2020
  • Il migliore Vini francesi da acquistare nel 2020

PER vino bianco secco, come un Muscadet con il 9,5% di alcol, avrà circa 90-95 calorie in un bicchiere da 5 once.

La chiave per scegliere un vino a basso contenuto calorico è assicurarsi che sia un vino secco con un basso contenuto di alcol. UN vino dolce può avere un basso contenuto di alcol, ma il contenuto calorico si sommerà dallo zucchero residuo del vino (RS). Tienili vini dolci come il Moscato (con il 5,5% di ABV e un RS alto) se stai guardando il conteggio delle calorie!



C. Carboidrati nel vino rosso

Carboidrati nel vino rosso

Il vino rosso è ricco di carboidrati?

Dipende dal vino. I carboidrati nel vino derivano dallo zucchero residuo. Un vino dolce da dessert (vino liquoroso) come il Porto avrà più carboidrati derivati ​​dal contenuto di zucchero rispetto a un vino rosso secco come il Cabernet Sauvignon.

Per illustrare questo, in un 5oz pour:

  • Il Cabernet Sauvignon contiene circa 4 grammi di carboidrati
  • Il vino dolce da dessert contiene circa 20 grammi di carboidrati

Come hai visto prima, un grammo di carboidrati contiene 4 calorie, che è circa la metà di quello che c'è in un grammo di alcol, motivo per cui l'alcol contribuisce maggiormente al conteggio delle calorie.

E anche se l'alcol ha calorie, non viene metabolizzato allo stesso modo dei carboidrati. Quindi non contribuisce al conteggio totale dei carboidrati nel vino.

Puoi bere vino rosso con una dieta a basso contenuto di carboidrati?

Si, puoi. Finché ottieni un vino secco con un residuo zuccherino minimo, starai bene anche con un regime a basso contenuto di carboidrati come una dieta cheto.

Ora, ecco gli ingredienti sorprendenti nel tuo bicchiere di vino:




D. Additivi nel vino rosso

La vinificazione è un processo piuttosto complesso, che richiede diversi additivi per stabilizzarne la struttura e bilanciare il sapore finale. Alcuni di questi additivi non rimangono nel vino ma vengono rimossi dal prodotto finito una volta che hanno svolto il loro lavoro.

Certo che ci sonoalcuniproduttori di vino che si rifiutano di utilizzare qualsiasi forma di additivi, ma saranno in inferiorità numerica rispetto a coloro che utilizzano questi additivi.

Quali sono gli additivi nel vino rosso?

  • Carbonato di calcio: Questo è un disacidificante, utilizzato per ridurre l'acidità del vino e talvolta viene aggiunto quando l'uva ha difficoltà a maturare.
  • Sapori: Il rovere è stato a lungo utilizzato per aggiungere aromi, come la vaniglia, al vino. Poiché solo una piccola parte del vino sarebbe in contatto con l'interno di una botte di rovere, i produttori di vino utilizzano trucioli di quercia, doghe o polveri per aumentare il contatto con la quercia del vino.
  • Concentrato di succo d'uva: questo concentrato è tipicamente a base di uva Teinturier e viene utilizzato per aumentare il colore del vino aggiungendo zucchero extra.
  • Materiali non vegani: Questi sono agenti chiarificanti e chiarificanti comunemente usati dai produttori di vino, tra cui albume d'uovo, gelatina, prodotti lattiero-caseari e vesciche di pesce. Questi materiali vengono filtrati prima dell'imbottigliamento.
  • Zucchero: lo zucchero aggiunto non serve per addolcire il vino, ma per aumentare il suo contenuto di alcol in un processo chiamato 'zuccheraggio'. Questo è legale in diverse regioni in cui le uve hanno difficoltà a maturare, come il Bordeaux.
  • Anidride solforosa o solfiti: viene utilizzata per preservare l'uva e prevenirne l'ossidazione durante la vinificazione. La maggior parte dei vini può contenere circa 5-200 mg / L di solfiti, ma non lo vedrai menzionato sull'etichetta a meno che non superi 10 parti per milione (ppm o 10 mg / L). Questa etichettatura dei solfiti è obbligatoria negli Stati Uniti e nell'Unione Europea.
  • Sorbato di potassio e metabisolfito di potassio: sono comunemente usati insieme durante il processo di fermentazione per proteggere il lievito dal deterioramento e allontanare i batteri.
  • Tannini in polvere: il tannino si trova naturalmente nella buccia e nei semi dell'uva. Rende il vino degno di invecchiamento e aggiunge complessità al vino. Tuttavia, i tannini possono essere difficili da bilanciare durante il processo di vinificazione, quindi i tannini in polvere vengono utilizzati per regolare l'equilibrio del vino.
  • Acqua: Viene utilizzato nelle prime fasi del processo di vinificazione per ridurre gli alti livelli di alcol.
  • Lievito: questo è l'ingrediente chiave per la vinificazione che converte lo zucchero in alcol. È naturalmente presente sulle bucce dell'uva, anche se i produttori di vino possono utilizzare il lievito coltivato per influenzare il sapore del vino.


E. Principi attivi o composti nel vino rosso

Il vino rosso è noto per contenere diversi composti polifenolici benefici come antociani, proantocianidine, quercetina e resveratrolo.

Questi polifenoli (in particolare il resveratrolo) sono spesso attribuiti albenefici per la salute presenti nel vino rosso, come prevenire le malattie cardiache e abbassare i livelli di colesterolo.



F. Vitamine, minerali e altri nutrienti nel vino rosso

Quali altri nutrienti ci sono nel vino?

Il vino rosso contiene un numero diminerali e vitamine, grazie all'ingrediente principale: l'uva.

Troverai calcio, ferro, manganese e persino fluoruro nel vino rosso, solo per citarne alcuni.

La maggior parte sono tracce, quindi non fare affidamento sul tuo bicchiere di vino rosso per i tuoi valori quotidiani!



Il vino rosso è più salutare del vino bianco e del vino rosato?

Risposta breve - Sì. Il vino rosso contiene più antiossidanti benefici per la salute del cuore rispetto al vino rosato o al vino bianco. Questi antiossidanti sono presenti nella buccia dell'uva e vengono lisciviati nel succo d'uva durante il periodo di macerazione (o contatto con le bucce). La macerazione è ciò che conferisce al vino rosso il suo colore.

Il vino bianco è per lo più lavorato senza le bucce, quindi manca di questi antiossidanti. Il vino rosato e il vino arancione subiscono un breve periodo di macerazione e avranno anche antiossidanti, ma meno che nel vino rosso.

Ora, il vino rosso fa bene alla salute?

Benefici per la salute del vino rosso

Benefici per la salute del vino rosso

Considera questo: ti è permesso bere vino rosso con moderazione secondo il ' Dieta mediterranea, 'Che è spesso consigliato per la salute del cuore.

I polifenoli del vino rosso gli conferiscono questi benefici:

  • Resveratrolo: È collegato a una salute cardiovascolare positiva, innalzando i livelli di colesterolo buono e inibendo la crescita delle cellule tumorali. Il resveratrolo ha proprietà antinfiammatorie che possono aiutare a rallentare le malattie neurodegenerative come l'Alzheimer e a regolare l'insulina.
  • Antocianieproantocianidine: Questi flavonoidi possono anche contribuire a meccanismi antiossidanti, cardioprotettivi, anti-cancro e anti-invecchiamento.
  • Quercetina: Questo polifenolo è noto per le sue proprietà antinfiammatorie e antivirali. È stato anche dimostrato che promuove la guarigione delle arterie e allevia le malattie polmonari.

Il vino rosso può anche:

  • Abbassare i livelli di zucchero nel sangue (è nota come un'opzione sicura per chi ha il diabete di tipo 2)
  • Promuove la longevità e riduce lo stress
  • Promuove la salute del fegato
  • Riduci la depressione


Ci sono vitamine e minerali nel vino rosso?



Sì, il vino rosso contiene vitamine e minerali in piccole quantità. Sono:

  • Calcio: Rafforza ossa e denti
  • Ferro: Fornisce ossigeno in tutto il corpo
  • Magnesio: Aiuta a regolare la funzione muscolare e nervosa
  • Fosforo: Mantiene le tue ossa sane
  • Potassio: Regola la pressione sanguigna e il battito cardiaco
  • Manganese: Aiuta gli enzimi attivi nel metabolismo
  • Fluoruro: Previene la carie
  • Tiamina (vitamina B1) e niacina (vitamina B3): Aiuta a liberare energia dal cibo
  • Riboflavina (vitamina B12): Aiuta con la crescita, lo sviluppo e la funzione delle cellule
  • Vitamina B6: Necessario per le reazioni enzimatiche nel metabolismo
  • Colina: Aiuta a regolare la memoria, l'umore e la funzione muscolare
  • Vitamina C: Un antiossidante per proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi
  • Vitamina K: Aiuta a costruire le ossa e la coagulazione del sangue

Tuttavia, la cosa più importante è bere vino rosso con moderazione. Nessuno di questi benefici per la salute sarà utile se si consuma eccessivamente qualsiasi bevanda alcolica, compreso il vino rosso.



Quanto consumo di alcol è considerato moderato?

Quanto consumo di alcol è considerato moderato?

Secondo le linee guida dietetiche sui Centers for Disease Control and Prevention (CDC), è un bicchiere di vino per le donne e due per gli uomini al giorno.

E cosa si definisce un bicchiere?

Si tratta di una singola porzione da 5 once (148 ml) di vino al 12% di alcol. Significa che una grande dose di 7 once di Zinfandel in un bicchiere bordolese apparentemente alto è più di 'un bicchiere'.

Gli effetti collaterali del bere vino

Gli effetti collaterali del bere vino

Anche con un consumo moderato di alcol, potresti riscontrare alcuni di questi effetti collaterali dall'alcol o dal vino rosso:

  • È facile ridurre troppe calorie.Spesso non prestiamo molta attenzione alle calorie in ciò che beviamo rispetto a ciò che mangiamo. Ma se sei su un perdita di peso regime, devi guardare quante calorie provengono dal vino.
  • L'alcol (non solo il vino, ma anche la birra e altri liquori) ti fa desiderare cibi salati e grassi.Quindi non sorprenderti se vorrai raggiungere la pizza di formaggio invece dei cetrioli croccanti nel tuo frigorifero.
  • Ti viene il mal di testa dopo aver bevuto del vino rosso.Questa potrebbe essere una reazione alle istamine (non ai solfiti) nel vino rosso. Potresti anche avere naso chiuso, orticaria o problemi digestivi anche a causa delle istamine. In questo caso, potresti voler passare al vino bianco, come Pinot Grigio o Chardonnay, invece.
  • Problemi alla pancia.I tannini del vino rosso possono causare problemi digestivi come dolori di stomaco o diarrea.
  • Non ti senti subito bene.Se ciò accade, potresti essere effettivamente intollerante all'alcol. In questo caso, sarebbe meglio evitare il vino o qualsiasi altro alcol.

Il vino rosso contiene calorie e carboidrati, ma perché le informazioni nutrizionali sull'etichetta del vino non sono presenti?

Raccomandato