Blog

Vino Sangiovese: Stili, Migliori Vini, Prezzi (2021)

Stai pensando di prendere un vino Sangiovese per la tua prossima cena?

Il Sangiovese, pronunciato 'san-jo-vay-zay', è il vitigno a bacca rossa più amato e coltivato in Italia. È l'ingrediente principale di alcuni dei migliori vini italiani, tra cui il Brunello di Montalcino e il Chianti.

Dove cresce il Sangiovese? Che sapore ha? Con quali cibi si abbinano i vini Sangiovese?

Esplora tutto su questo terrestre Vino italiano prima di acquistarne uno. Scopri dove viene coltivato, tecniche di vinificazione, abbinamenti gastronomici e8 vini Sangiovese eccezionalida aggiungere alla tua collezione di vini pregiati.



Ulteriore lettura

Entra nel mondo dei favolosi vini rossi in Questa guida al vino rosso incredibilmente utile! Inoltre, controlla il I migliori vini bianchi da non perdere nel 2020!

In questo articolo, tratteremo:

(Fare clic sul collegamento sottostante e passare alla sezione)

  • Tutto su uva e vino Sangiovese
  • Da dove viene il Sangiovese?
  • Viticoltura di uve Sangiovese
  • Tecniche di vinificazione del Sangiovese
  • Caratteristiche del vino Sangiovese
  • Abbinamenti gastronomici e suggerimenti di servizio
  • Produttori chiave e consigli per l'acquisto
  • I migliori vini Sangiovese che puoi acquistare nel 2021
  1. 1983 Case Basse di Gianfranco Soldera Brunello di Montalcino Riserva DOCG
  2. 1988 Case Basse di Gianfranco Soldera Toscana IGT - Brunello di Montalcino DOCG
  3. 1891 Biondi Santi Tenuta Greppo Riserva, Brunello di Montalcino DOCG
  4. 1997 Avignonesi Occhio di Pernice Vin Santo di Montepulciano
  5. 1995 Fattoria Poggio di Sotto Brunello di Montalcino Riserva DOCG
  6. 2001 Casanova di Neri Cerretalto, Brunello di Montalcino DOCG
  7. 2015 Poggio San Polo 'Vigna Vecchia', Brunello di Montalcino DOCG
  8. 2010 Il Marroneto Madonna delle Grazie, Brunello di Montalcino DOCG

Iniziamo.

Tutto su uva e vino Sangiovese

Tutto su uva e vino Sangiovese
I migliori vini Sangiovese che puoi acquistare nel 2021

Il Sangiovese (a volte chiamato Sangioveto) è un vitigno a bacca scura ed è il vitigno più coltivato dell'Italia centrale (Toscana). Sebbene quest'uva italiana abbia un colore blu violaceo scuro, produce un vino rosso ciliegia brillante.


È interessante notare che il nome deriva dal latino per 'sangue di Giove' o 'sangue di Giove'.

Il Sangiovese è un'uva rustica, ma richiede un viticoltore esperto per ottenerne il meglio. Per quanto riguarda il vino Sangiovese, è un vino guidato dal terroir, proprio come il Pinot Nero. (Maggiori informazioni su viticoltura del Sangiovese in un secondo.)


Sono centinaia i diversi cloni di Sangiovese coltivati ​​nell'Italia centrale e meridionale. Il Sangiovese Grosso (utilizzato per il Brunello di Montalcino) e il Sangiovese Piccolo (coltivato nel Chianti) sono le due famiglie più importanti.

Diamo un rapido sguardo alla storia del Sangiovese.



Una breve storia del Sangiovese

La prima menzione di un vino a base di Sangiovese può essere fatta risalire al tempo della vinificazione romana. Si credeva inoltre che l'uva Sangiovese fosse coltivata in Toscana dagli Etruschi durante il VI secolo.

All'inizio era estremamente comune trovare una bottiglia con Sangiovese in etichetta. Il Sangiovese di Romagna era considerato un vino italiano a buon mercato e aveva una carnagione chiara e pallida e un sapore amaro. Non offriva nulla che un amante del vino desiderasse in una bottiglia di vino rosso. Per fortuna oggi il Sangiovese di Romagna supera tutte le aspettative Emilia Romagna .


Fu solo nel XVIII secolo che il Sangiovese iniziò a guadagnare popolarità per le giuste ragioni. Nel 1883, Giovanni Cosimo Villifranchi, uno scrittore italiano, descrisse il Sangiovese come 'eccellente se miscelato con altri vitigni'.

Bettino Ricasoli, un enologo italiano, ha miscelato il 70% di Sangiovese con un 15% di Canaiolo e il 15% di Malvasia Bianca, e la prima ricetta per il Chianti è stata creata.

Il Sangiovese non godeva della migliore reputazione all'inizio della metà del 1900.

Tuttavia, negli anni '60, Piero Antinori rilevò la tenuta dei Marchesi Antinori della sua famiglia in Toscana. Ha avviato moderni trattamenti di rovere e miscele con altri vitigni come il Cabernet Sauvignon e il Merlot per creare Super Tuscans come il Tignanello.

È stato solo dopo questa drammatica revisione del processo di vinificazione che il Sangiovese ha riguadagnato la sua popolarità come vino di tendenza di oggi!

Da dove viene il Sangiovese?

Da dove viene il Sangiovese?
Vigneto in Toscana, Italia

Il Sangiovese è l'uva principale utilizzata per la produzione di vini rossi in Toscana. Ci sono altre regioni vinicole del Vecchio e del Nuovo Mondo che hanno prodotto con successo favolosi vini Sangiovese.

Ecco le principali regioni vinicole del Sangiovese:



A. Italia

  1. Chianti DOCG

Il Chianti è la più grande regione vinicola del Sangiovese - copre un terzo della Toscana. Chianti wine deve sempre contenere almeno il 70% di Sangiovese. Gli stili di vino sono tipicamente freschi con un corpo medio o invecchiati in botti e densi.

  1. Chianti Classico DOCG

Anche se è una sottoregione, il Chianti Classico è una denominazione DOCG a sé stante. Anche il Chianti Classico deve contenere almeno l'80% di uve Sangiovese nel suo vino.

I principali vini Sangiovese del Chianti Classico DOCG - Chianti Classico Riserva e Chianti Riserva trascorrono due anni in rovere e almeno tre mesi in bottiglia durante il processo di invecchiamento.

Nel 2016 il Consorzio Chianti Classico ha debuttato con la Gran Selezione. I vini Sangiovese con la Gran Selezione in etichetta devono essere prodotti esclusivamente da uve coltivate in azienda. Questi vini devono anche essere almeno del 90%, il che riduce al minimo l'impatto compromettente di un altro vitigno.

  1. Montalcino

In una regione che si trova a sud di Siena (soprattutto sulle colline che circondano Montalcino), troverete vigneti che producono vini Sangiovese di alta qualità e corposi. Le due principali denominazioni di Montalcino sono Brunello di Montalcino DOCG and Rosso di Montalcino DOC.

  1. Vino Nobile Di Montepulciano DOCG

Le uve Sangiovese utilizzate per fare Vino Nobile di Montepulciano deve essere coltivato sulle colline che la circondano Montepulciano . I vini di questa zona devono comprendere almeno il 70% del clone locale di Sangiovese, noto come Prugnolo Gentile.

  1. Carmignano and Montalbano DOCGs

Carmignano e Montalbano sono regioni vinicole adiacenti ad ovest di Firenze. I vini di Carmignano e Chianti Montalbano sono a base di Sangiovese. Sono almeno il 50% di Sangiovese e sono miscelati con il 10-20% di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc .

  1. Morellino Di Scansano DOCG

Vicino alla costa tirrenica, a sud-ovest di Montalcino, si trova il Morellino di Sansano. Qui il Sangiovese è noto come 'Morellino', che si traduce direttamente come 'piccolo scuro'. Il Morellino ha un gusto complesso con ricchi aromi di frutta.



B. Altri paesi

Sebbene il Sangiovese prospera nella sua terra d'origine, la Toscana, ci sono altre regioni vinicole che coltivano con successo quest'uva rossa.

Sono:

  • L'isola francese della Corsica (qui si coltiva il Sangiovese dal XIV secolo ed è conosciuta come Nielluccio)
  • Napa, Sonoma County, Santa Barbara, Oregon e Sierra Foothills negli Stati Uniti
  • Argentina
  • Australia
  • chili

Ulteriore lettura:

Vuoi esplorare altri vini rossi stellari di queste regioni vinicole?Dai un'occhiata a questi articoli super informativi:

10 migliori marchi di vini rossi da non perdere nel 2021

I migliori vini rossi spagnoli da acquistare nel 2021

La guida definitiva al vino rosso francese

Viticoltura di uve Sangiovese

Viticoltura di uve Sangiovese

I vitigni di Sangiovese sono adattabili alla maggior parte dei terreni, ma prospera in terreni con un'alta concentrazione di calcare. È il calcare che aiuta i produttori di vino a produrre vini eleganti con aromi favolosi.

Nella regione del Chianti Classico, le uve da vino Sangiovese prosperano su un terreno argilloso asciutto e soffice noto comegalestro.Nel frattempo, nella regione di Montalcino, c'è una grande percentuale di base calcareaalbereseegalestro.

L'uva Sangiovese ha bisogno di una lunga stagione di crescita per sviluppare ricchezza e corpo. L'uva germoglia presto ma richiede tempo per maturare completamente.

Poiché il Sangiovese è incline alla sovrapproduzione, i viticoltori devono tenere d'occhio il vitigno Sangiovese. Le viti troppo cresciute tendono a produrre vini di colore chiaro, con un alto livello di acidità e livelli di alcol inferiori.

Tecniche di vinificazione del Sangiovese

Tecniche di vinificazione del Sangiovese

Il colore pallido e l'elevata acidità del vitigno Sangiovese possono rappresentare una sfida per i produttori di vino. Per bilanciare questo, alcuni viticoltori lo fondono con Cabernet Sauvignon per aggiungere un po 'di colore e frutta al vino.

I produttori di vino moderni hanno provato numerose tecniche per aggiungere un po 'di corpo e consistenza extra al Sangiovese. Sia che si tratti di utilizzare uve di un vitigno a bassa resa per regolare la durata della fermentazione e di un trattamento estensivo in legno.

Un'altra tecnica utilizzata dai vignaioli per migliorare il Sangiovese è quella di prolungare il periodo di macerazione. Aumentandolo da 7-12 giorni a 3-4 settimane, si ha più tempo per la fuoriuscita dei fenoli dalle bucce.

Nelle botti di rovere, la polimerizzazione avviene durante il processo di fermentazione malolattica e contribuisce ad una sensazione in bocca più morbida e rotonda. I produttori moderni preferiscono utilizzare botti di rovere francese in modo che il Sangiovese assorba la vaniglia e altri composti di quercia. I viticoltori più tradizionali usano ancora botti di castagno per invecchiare il vino.

Caratteristiche del vino Sangiovese

Caratteristiche del vino Sangiovese

I vini Sangiovese sono vini tannici, di natura equilibrata e di elevata acidità.

Che profilo aromatico dovresti aspettarti da questo vino rosso?

Il Sangiovese è un vino secco con un corpo da leggero a medio, un'acidità appetitosa e tannini stretti.

Troverete sapori saporiti di drupacee e amarene in una buona bottiglia di vino Sangiovese. Questi sapori possono avere note secondarie di foglia di pomodoro, spezie, amarena ed erbe essiccate. Con la crescente popolarità della quercia, stuzzica i ricchi sapori di prugna e lampone selvatico dall'uva.

Gli alti livelli di acido nel vino Sangiovese significa che mostrerà molte caratteristiche di frutti rossi, con note di tè nero, cioccolato o tabacco.

I sapori del Sangiovese dipendono anche da come e dove vengono coltivate le viti.

Abbinamenti gastronomici e suggerimenti di servizio

Sangiovese wine:
2015 Dante Sangiovese III IG

Il Sangiovese ha caratteristiche sapide e un corpo medio, che lo rende perfettamente versatile per gli abbinamenti gastronomici.

Classicamente è stato abbinato a pizza italiana, pasta e tutto ciò che coinvolge i pomodori (in particolare la salsa di pomodoro). Altre ottime scelte da abbinare al Sangiovese sono carne arrosto, costolette di agnello, formaggi a pasta dura e bistecca alla griglia.

Servire il Sangiovese in a bicchiere di vino rosso a temperatura ambiente o con un leggero freddo. Raffreddare leggermente il vino aiuterà a domare i tannini e farà uscire i fiori e la frutta.


Principali produttori di Sangiovese e consigli per l'acquisto

Sangiovese wine:
2016 Frank Family Vineyards Sangiovese Reserve Winston Hill Vineyard

Mentre acquisti una bottiglia di vino Sangiovese, fai attenzione all'etichetta. Sebbene Sangiovese sia il nome dell'uva, avrà il 'nome del luogo' sulla bottiglia.

Un modo semplice per trovare un ottimo Sangiovese è selezionare vini con in etichetta Chianti, Brunello di Montalcino e Super Tuscan. Anche se questi vini potrebbero essere costosi, ne varrà la pena.

Questi produttori e vigneti sono noti per produrre costantemente uno straordinario vino Sangiovese:

  • Altesino
  • Antinori Pèppoli
  • Casanova di Neri
  • Castello di Ama
  • Fattoi
  • Fontodi
  • Gianni Brunelli
  • Ruffino
  • Seghesio
  • Umbria

Dai un'occhiata alle 8 bottiglie che abbiamo trovato per te.

Raccomandato