Articolo

La differenza tra spumante e champagne

Non lasciarti ingannare dalle bolle. Sebbene lo spumante e lo champagne possiedano entrambi una rinfrescante effervescenza e un marchio di fabbrica simile 'pop' quando vengono stappati, ci sono alcuni motivi principali per cui le due etichette mostrano nomi diversi. Stiamo aiutando a decifrare le differenze tra queste due bevande frizzanti, così sarai più informato la prossima volta che aprirai quella bottiglia e farai clic sui bicchieri (questo capodanno, forse?).



Il vero champagne viene dalla Francia

Viaggio nel patrimonio mondiale
Per gentile concessione di Global Heritage Travel

Lo Champagne, il vino, prende il nome dalla regione in cui viene coltivato, fermentato e imbottigliato: Champagne, Francia. Situato nell'angolo nord-orientale del paese, vicino a Parigi, le uniche etichette che sono legalmente autorizzate a portare il nome 'Champagne' sono imbottigliate entro 100 miglia da questa regione (secondo la legge europea). Al di fuori della regione dello Champagne, lo spumante francese è noto come Crémant.

La produzione di spumanti in Champagne risale al 1700 e oggi i vigneti si estendono su 84.000 acri tra le colline e le pianure delle cinque principali regioni di coltivazione: Montagne de Reims, Vallée de la Marne, Côte des Blancs, Côte de Sézanne e Aube.



Champagne's Grapes

Live Share Travel
Per gentile concessione di Live Share Travel

Oltre alla posizione, lo Champagne riceve anche il suo nome distinto a causa delle uve utilizzate per produrlo (e dei sapori distinti che derivano dalle uve coltivate nel clima più fresco della Champagne e su terreni gessosi e ricchi di minerali). Solo una manciata di uva in tutto lo Champagne può essere utilizzata per la sua base o 'cuvée' (una miscela della prima e più concentrata estrazione di succhi di uva pressata).

Uve ammesse nella produzione dello Champagne:

  • Pinot Nero (il più utilizzato)
  • Pinot Meunier (il più utilizzato)
  • Chardonnay (il più utilizzato)
  • Pinot Bianco
  • Pinot Grigio
  • Petit Meslier
  • Arbane

Anche se i rapporti variano, circa il 90% di tutti gli champagne miscelati utilizza 2/3 di miscele rosse e 1/3 di Chardonnay. Questo si basa sulla struttura, fruttato, corpo, aroma, delicatezza, freschezza e complessità delle uve. Le migliori cuvée offrono una combinazione armoniosa di tutte queste venerate caratteristiche.



Pratiche di produzione dello champagne

Wine Jump
Per gentile concessione di Wine Jump

Viene chiamato il processo in cui viene prodotto lo ChampagneMetodo tradizionale, precedentemente noto comeMetodo Champenoise, che è anche denominato 'Il metodo classico'. In poche parole, lo Champagne ottiene la sua brillantezza da una seconda fermentazione che avviene in bottiglia, ma l'intero processo è molto tecnico e laborioso:


Le uve vengono raccolte e fatte fermentare in vino fermo, quindi lievito e zuccheri vengono aggiunti alla cuvée per avviare la seconda fermentazione mentre viene imbottigliata. Nel tempo, il gas CO2 intrappolato carbonizza il liquido per formare le bolle del marchio mentre le cellule di lievito iniziano a morire. Il vino in bottiglia viene poi affinato per almeno 15 mesi “sui lieviti” (con le cellule di lievito morto) per aggiungere struttura e complessità. Durante questo periodo, la chiarificazione avviene tramite un processo noto come vagliatura, che fondamentalmente ruota la bottiglia lentamente per catturare le cellule di lievito morte sul collo prima che il lievito venga rimosso attraverso la sboccatura, condito con zucchero e vino noto come dosaggio, quindi sigillato. Come abbiamo detto, è un processo lungo e complesso.

Anche la produzione dello champagne è controllata rigorosamente dal Denominazione di origine controllata (AOC) . Dal dettare come si possono coltivare le uve a come possono essere raccolte e lavorate, gli standard rigorosi distinguono lo Champagne. Ad esempio, tutte le uve utilizzate nello Champagne devono essere raccolte a mano e pressate in un ambiente coperto. Possono essere pressati solo due volte, una per fare la cuvée ultra concentrata (che è ricca di zuccheri e acidi) e la seconda volta per fare il taille (zuccherino, più basso di acido e più alto di minerali e pigmenti). Uno Champagne può essere classificato come vintage o non vintage, rispettivamente, quando i vini sono prodotti con uve della vendemmia di un anno o un mix di uve di anni diversi.




'Tutto lo champagne è spumante, ma non tutto lo spumante è champagne'

Unsplash | Nico Jacobs
Per gentile concessione di Unsplash | Nico Jacobs

Quando si determina se un vino è veramente Champagne o spumante, è sufficiente identificare la regione in cui è stato prodotto. Mentre i veri champagne possono essere prodotti solo nella regione francese della Champagne, da sette uve distinte e nel Méthode Traditionnelle, i vini spumanti non sono soggetti alle stesse restrizioni. Lo spumante può essere prodotto con le stesse identiche uve dello Champagne o con una miscela completamente diversa e può essere prodotto utilizzando il Metodo Classico, il 'Metodo Tank' (un processo più economico in cui la seconda fermentazione avviene in vasca) o il Metodo Ancestrale aka Pétillant Naturel (un metodo che utilizza temperature gelide per mettere in pausa la fermentazione e quindi i vini vengono imbottigliati per terminare la fermentazione in seguito).

Mentre la maggior parte degli champagne sono Brut, o secchi nello stile, sia lo Champagne che lo spumante sono realizzati in una varietà di stili, dal Brut Zero (osso secco senza dosaggio aggiunto) al Doux (lo stile più dolce di spumante).



Spumante in tutto il mondo

Per gentile concessione di J Vineyards
Per gentile concessione di J Vineyards

Lo stile di vinificazione che produce lo spumante è praticato in tutto il mondo. Con un'enfasi diversa su fruttato, dimensione delle bolle e metodi, ogni paese ospita una propria versione distinta. Alcune varietà popolari di diverse regioni sono:

  • Setta: Questa versione tedesca dello spumante può variare in dolcezza e secchezza ed è in genere meno alcolica dello Champagne. Durante la firma del Trattato di Versailles, alla Francia fu assegnata la proprietà della classificazione 'Champagne'. Da allora lo spumante tedesco è noto come Sekt.
  • Prosecco: Questo famoso spumante italiano ha grandi bolle e un aroma fruttato, rendendolo una scelta comune per bevande miste come mimose o bellini. Prodotto con uve Glera e Bianchetta Trevigiana, questo è spesso uno spumante secco o secco (anche se il suo carattere fruttato può farlo sembrare più dolce).
  • Scavando: Uno spumante spagnolo ottenuto da uve Macabeu, si dice che questa varietà abbia un sapore molto simile agli champagne.
  • Spumante francese: I vini spumanti possono provenire dalla Francia (al di fuori della regione dello Champagne) e sono prodotti in una varietà di varietà dolci, secche e rosate.
  • Spumante americano: Dalle miscele che utilizzano le tradizionali uve dello Champagne alle annate con una ricetta completamente diversa, ci sono infiniti sapori da scoprire negli spumanti.


Champagne vs. Prezzi spumanti

Unsplash | Artem Kniaz
Per gentile concessione di Unsplash | Artem Kniaz

Gli champagne più costosi possono costare migliaia, mentre lo spumante è spesso molto più conveniente. Tutto dipende dalla qualità dell'uva e dai metodi utilizzati per produrre lo spumante. Mentre la maggior parte dei vini spumanti implementa il lavoro intensivoMetodo tradizionale,altri riducono i costi, aumentano la velocità di immissione dei prodotti sul mercato e aumentano i numeri di produzione creando vino in cisterna. Quando si sceglie uno spumante o uno champagne, è importante determinare cosa si desidera ottenere da esso. Se è qualità e cura, uno Champagne o uno spumante di qualità superiore sarebbe una scelta eccellente. Se il tuo budget è qualcosa da considerare o lo spumante verrà miscelato con altri succhi, uno spumante meno costoso e di qualità inferiore va perfettamente bene.


- Festeggia con questi spumanti per le feste -

- Come sciabolare una bottiglia di champagne -


Raccomandato