Articolo

Aziende vinicole: i migliori amici del seno

Di Courtney Cochran

Ridere a parte il titolo di questa voce, il cancro al seno non è una cosa da ridere. E con il mese della consapevolezza del cancro al seno alle porte, sono felice di segnalare che numerose aziende vinicole stanno promuovendo iniziative in ottobre per aiutare a diffondere la parola e arginare le sofferenze associate a questa terribile malattia. Continua a leggere per i punti salienti delle aziende vinicole con i programmi di sostegno al cancro al seno più interessanti e dal suono interessante.
Supporto per il seno
Il motto di Cantine di Cleavage Creek è 'celebrare la vita e il vino', ed è un mantra che il proprietario della cantina, Budge Brown, fa del bene donando il 10% di tutte le vendite di vini alla ricerca sul cancro al seno. Clic Qui per dare un'occhiata alla commovente storia di Cleavage Creek su Good Morning America.

Fondato da dirigenti del vino stagionati con il desiderio di restituire, Hope Wines dona il 50% di tutti i profitti per aiutare a combattere il cancro al seno, l'AIDS e l'autismo. Con la recente copertura della stampa nel popolare settimanale OK !, sembra che il nuovo marchio (lanciato nel '07) sia sulla buona strada per raccogliere alcuni profitti importanti per il cancro al seno. Bravo!

A conduzione familiare Azienda vinicola American Roots è stata fondata a sostegno di Lori Ondaro - una madre single di tre figli - a cui è stato diagnosticato un cancro al seno avanzato per la seconda volta nel 2005. Il dieci percento delle vendite dell'azienda va direttamente a organizzazioni che migliorano la vita delle vittime di cancro al seno e favoriscono la ricerca per una cura. Leggi la nostra copertura esclusiva della coraggiosa battaglia di Lori Qui .

Per la seconda annata consecutiva, con sede a Rutherford Azienda vinicola della provincia di Peju sta donando il 25% delle vendite del suo vino rosa Peju - una miscela brevettata appositamente creata per questa causa - a enti di beneficenza contro il cancro al seno. La cantina ha prodotto 350 casse della vendemmia 2007 appena rilasciata, che possono essere acquistate online o in cantina. Nel complesso, è un solido sforzo di supporto che altre cantine farebbero bene a emulare.

Raccomandato